21
Nov
11

TRASFORMAZIONE IMPOSTE DIFFERITE IN CREDITI D’IMPOSTA

·    L’art. 2, commi da 55 a 58 del D.L. n. 225/2010 – oggetto di chiarimento con la risoluzione n. 94/E/2011 e la circolare Abi n. 15/2011 – concede la possibilità di trasformare le imposte differite attive iscritte in bilancio in crediti d’imposta, non rimborsabili né fruttiferi di interessi, che possono essere ceduti ovvero compensati, senza limiti, mediante modello F24.

·    L’agevolazione riguarda tutti i soggetti Ires tenuti all’approvazione del bilancio ed è riferita alle attività per imposte anticipate relative alle svalutazioni di crediti delle banche non ancora dedotte dal reddito, nonché – per gli altri soggetti Ires – a quelle riguardanti il valore dell’avviamento e delle altre attività immateriali, i cui componenti negativi sono deducibili in più periodi d’imposta. La predetta trasformazione compete, tuttavia, solo se il bilancio evidenzia una perdita di esercizio.

Il Sole 24 Ore20.11.2011 p. 19


0 Responses to “TRASFORMAZIONE IMPOSTE DIFFERITE IN CREDITI D’IMPOSTA”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


novembre: 2011
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

categorie

archivi


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: