By tcalb

Con decorrenza dall’anno 2011 viene istituita un’imposta sul valore degli immobili situati all’estero posseduti dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato.
Soggetti passivi dell’imposta sono i proprietari  ovvero il titolari di altro diritto reale sugli immobili. L’imposta è dovuta proporzionalmente alla quota di possesso ed ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso (il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è computato per intero).
L’aliquota dell’imposta e dello 0,76% del sul valore dell’immobile, che è costituito dal costo risultante dall’atto di acquisto e, in mancanza, sul valore di mercato rilevabile nel luogo in cui è situato l’immobile.
Dall’imposta si deduce, fino a concorrenza del suo ammontare, un credito d’imposta pari all’ammontare dell’eventuale imposta patrimoniale versata nello Stato in cui è situato l’immobile.
Il versamento dell’imposta è effettuato entro il termine del versamento a saldo delle imposte sui redditi relative all’anno di riferimento.


0 Responses to “Imposta sul valore degli immobili all’estero Art. 19, cc. 13-17 e 23”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




dicembre: 2016
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

categorie

archivi


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: