By tcalb

Gli oneri addebitabili dagli istituti di credito su contratti di apertura di credito consisteranno unicamente in una commissione onnicomprensiva, proporzionale alla somma messa a disposizione del cliente ed alla durata dell’affidamento, e un tasso di interesse debitore sulle somme prelevate.
L’ammontare della commissione non potrà eccedere lo 0,5%, per trimestre, della somma messa a disposizione.
A fronte di sconfinamenti in assenza di affidamento, o oltre il limite del fido, i contratti di conto corrente e di apertura di credito potranno prevedere unicamente una commissione di istruttoria veloce determinata in misura fissa.
Le clausole difformi sono nulle.


0 Responses to “Remunerazione degli affidamenti e sconfinamenti di conto corrente Art. 6-bis”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




dicembre: 2016
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

categorie

archivi


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: